COF assessment questionnaire

English Français Español Russian Deutsch portuges beta
COF assessment leafletConditions for using the COF assessment with groups as a Project ManagersFeatures & Tutorial COF Assessment Project Management
Questionario di autovalutazione COF

Questo questionario è stato sviluppato in base al concetto di Cultural Orientations Framework (COF) elaborato da Philippe Rosinski e descritto nel suo libro Coaching Across Cultures (Nicholas Brealey Publishing, 2003, www.CoachingAcrossCultures.com).

Il COF è un modello integrativo messo a punto per valutare e confrontare le culture. Contiene una serie di dimensioni/orientamenti culturali raggruppati in sette categorie di importanza pratica per leaders, coach in ambito professionale e tutti coloro che striving to unleash human potential in organizations: sense of power and responsibility, time management approaches, definitions of identity and purpose, organizational arrangements, notions of territory and boundaries, communication patterns, and modes of thinking.

Il COF capitalizza i risultati di antropologi, esperti della comunicazione, e mediatori interculturali, ivi compresi Florence Kluckhohn e Fred Strodtbeck, Edward Hall, Geert Hofstede e Fons Trompenaars, per citarne solo alcuni.

Un orientamento culturale è un’inclinazione a pensare, sentire o agire in modo culturalmente determinato. Ad esempio, negli Stati Uniti, la gente tende a comunicare in maniera diretta, dicendo ciò che pensa, senza giri di parole o pensieri reconditi. Il messaggio è chiaro anche se lo si può percepire come offensivo. Il loro orientamento culturale è pertanto quello di una “comunicazione diretta”, al contrario dell’essere indiretto, tipico degli asiatici. Gli asiatici non necessariamente esternano ciò che intendono, a rischio di essere fraintesi, poiché non vogliono urtare la suscettibilità altrui.

Gli orientamenti culturali non sono netti come il bianco e il nero. In altri termini, si può dire che nessuno è completamente diretto o indiretto, ma gli individui e le culture si collocano in qualche modo in un limbo equidistante dagli eccessi, in un senso e nell’altro. Ad esempio si tende ad essere diretti il 75 percento delle volte ed indiretti nel rimanente 25 percento. In altri termini, in questo caso nella dimensione culturale “comunicazione diretta/indiretta” l’orientamento culturale è principalmente quello della ” comunicazione diretta “.

Il COF ha una molteplicità di impieghi:

  • Valutare le culture. Il COF offre un linguaggio per descrivere i tratti salienti di una cultura, e per far concentrare l’attenzione sulle variabili e sulle tendenze culturali fondamentali.
  • Scoprire nuove scelte culturali.. Si può riconoscere un orientamento, ad esempio, per le organizzazioni di tipo gerarchico e confrontarlo con la preferenza per le strutture di tipo piatto. Modelli che sembravano così naturali ed universali appaiono all’improvviso relativi e perfino unilaterali, quando messi a confronto con i loro opposti. Orientamenti che erano stati sottovalutati o perfino ignorati e quindi mai esplorati ora offrono nuove opportunità di gestire situazioni complesse.
  • Individuare le differenze culturali. Come illustra la ricerca di Stewart e Bennett, “La difficoltà precipua dell’interazione interculturale è –detto semplicemente—il mancato riconoscimento dell’esistenza di profonde differenze culturali”. In presenza di varie culture diverse, il COF vi offre un orientamento sistematico per chiarire la natura delle differenze culturali, nonché delle somiglianze tra le varie culture in gioco.
  • Gettare ponti tra culture diverse. Il fatto di aver individuato ben precise differenze culturali, consente, in una fase successiva, di concentrare le proprie energie su come cercare di avvicinare le culture.
  • Prefigurare il proprio ideale di cultura. Il COF offre un vocabolario che consente di descrivere il proprio ideale di cultura. Successivamente, diventa una questione di come colmare lo scarto esistente tra la cultura attuale e quella dei propri desideri. La sfida che si ha davanti è ancora grande, ma almeno comincia ad essere gestibile.
  • Trasformare la diversità culturale in leva a proprio vantaggio. Avendo ora ben chiare le alternative culturali, si può cercare di ottenere il meglio da quei due o tre punti di vista esistenti per ogni dimensione. Laddove possibile, si trarrà il massimo vantaggio dalle differenze culturali per realizzare sinergie.

Detto questionario vi aiuterà a definire il vostro profilo culturale. Via via che rispondete alle domande, vi invitiamo a riflettere sul significato di ciascuna dimensione e a pensare alla vostra inclinazione tipica in situazioni nelle quali vi siete trovati personalmente.

Nota bene: Le vostre risposte al questionario vi aiuteranno ad estrapolare un profilo culturale che costituisce un’utile base per il seguito della discussione, piuttosto che una misura veramente valida.

Per migliorare la validità dei vostri risultati, potete prendere in considerazione di:

  • Leggere la seconda parte di Coaching Across Cultures per una conoscenza più approfondita delle dimensioni,
  • lavorare con l’assistenza di un coach interculturale che sia stato formato all’utilizzo del COF e che vi aiuti a far emergere gli orientamenti culturali di cui potreste essere meno consapevoli,
  • Sollecitare un riscontro a 360°, in maniera che possiate valutare anche come gli altri percepiscono la vostra capacità di usare ciascun orientamento culturale.

Ulteriori avvertimenti::

  • Vogliate tener presente che il concetto di profilo culturale è un po’ come una molla. I vostri orientamenti culturali dipendono in realtà da un contesto culturale (contrariamente alle preferenze psicologiche). Ciò significa che i vostri orientamenti mutano frequentemente (almeno in una certa misura), a seconda della situazione (ad esempio, contesto ridotto sul lavoro, contesto importante in famiglia, con i parenti e gli amici di vecchia data).

    Come stabilire pertanto un profilo culturale affidabile?
    • Una soluzione è quella di costruire un profilo culturale in ogni singola situazione. In tal caso, il profilo culturale sarebbe accurato, ma solo in quella data situazione.
    • La soluzione che noi suggeriamo è di accettare che il vostro profilo culturale personale ha unicamente lo scopo di rappresentare ciò che siete per default, quella che è la vostra tendenza generale.


  • Your Il vostro profilo culturale non determina sempre le vostre azioni. Potreste, ad esempio, avere un orientamento alla competizione, eppure optare per la collaborazione in una determinata situazione. Ne consegue che il vostro profilo culturale non limita le vostre potenzialità. Ma è vero anche il contrario. Consapevoli del vostro profilo, potreste scoprire nuove opzioni che esulano dal vostro profilo e decidere di sfruttare questo inatteso potenziale.

Le singole risposte potranno essere aggregate per creare profili COF collettivi a fini di ricerca e/o nell’ambito di progetti di gruppo (ad esempio, il profilo del team COF, usato nel contesto di un intervento di team coaching; il profilo COF dll’organizzazione usato per la diagnosi culturale di un’organizzazione; il profilo COF per ciascuna divisione all’interno di un’organizzazione).

Il questionario di valutazione COF è ideato principalmente come strumento di sviluppo (sia a livello individuale che di gruppo), nonché come strumento di diagnosi (a livello di gruppo).

Va notato che i profili COF di gruppo sono ottenuti aggregando i singoli profili COF, piuttosto che aggregando le singole percezioni o abilità e i singoli orientamenti culturali degli individui che compongono il gruppo.

Le vostre risposte individuali saranno trattate con la massima riservatezza e saranno accessibili solo ai diretti interessati, all’amministratore autorizzato di Rosinski & Company, e, se del caso, al capo progetto. In quest’ultimo caso, sarete informati preventivamente se il capo progetto ha o meno accesso ai dati individuali. La garanzia della riservatezza dei dati individuali è della massima importanza al fine di assicurare che si risponda con sincerità e che i risultati siano significativi.

L’amministratore autorizzato di Rosinski & Company ed il capo progetto garantiranno che i dati individuali non siano divulgati, e che saranno condivisi con altri unicamente sotto forma di risultati aggregati di gruppo.

Il questionario di valutazione COF™ può essere utilizzato in due modi:

1. A titolo individuale
Tale opzione è disponibile a titolo completamente gratuito. Una volta compilato il questionario, si otterrà automaticamente il proprio profilo culturale e si potrà facilmente scaricare il resoconto.

2. Nel quadro della partecipazione ad un progetto
Tale opzione consente di:

  1. Aggregare i singoli risultati ed ottenere profili di gruppo nel quadro della partecipazione ad un progetto (ad esempio: il profilo di un team, il profilo di tutta l’organizzazione, nonché profili per categorie/campi che si saranno predefiniti, ovvero il profilo di una divisione, di una nazionalità, il profilo del management, il profilo delle varie entità di una holding, ecc.).
  2. Add Aggiungere dimensioni culturali integrative personalizzate, oltre le diciassette dimensioni standard del COF.

E’ previsto un processo in quattro fasi:

  1. Capi progetto : Avvio di un nuovo progetto
    Questa opzione consente a voi, utenti autorizzati COF, di avviare nuovi progetti. Basta cliccare su “Avvio nuovo progetto”, inserire le informazioni richieste e cliccare su “invia richiesta” per inoltrare automaticamente la vostra proposta a Rosinski & Company.
  2. Capi progetto: Impostare un nuovo progetto
    Analizzeremo la vostra proposta e, previo accordo, riceverete un ID progetto e vi sarà chiesto di completare le informazioni necessarie ad impostare il questionario di autovalutazione COF (es.campi personalizzabili,dimensioni complementari). Una volta soddisfatti delle impostazioni, vi si chiederà di “attivare” il questionario; comunicherete l’identificativo progetto a tutti i partecipanti e li inviterete a compilare il questionario di valutazione COF.
  3. Partecipanti al progetto: Compilare il questionario di valutazione COF
    Una volta ricevuto l’identificativo progetto, voi – partecipanti – potrete compilare il questionario di valutazione COF. Non appena compilato il questionario, il vostro profilo culturale sarà generato automaticamente e potrete visualizzare e scaricare il resoconto.
  4. Capi progetto: Visualizza/stampa profili COF aggregati
    Una volta che i partecipanti al progetto hanno completato il questionario, you -il capo progetto - potrà visualizzare e stampare ’i profili COF aggregati del progetto.